Gli atleti dello Yacht Club Sanremo Ferraro / Orlando vice campioni europei classe 420 – Cilli / Mantero 4° maschile Under 17.

Gli atleti dello Yacht Club Sanremo Ferraro / Orlando vice campioni europei classe 420 – Cilli / Mantero 4° maschile Under 17.

Dal 25 al 30 luglio Si sono svolti ad Atene (Grecia) i campionati Europei

Classe 420.

Domenica 30 Luglio sono terminati ad Atene i Campionati Europei assoluti della Classe

  1. La squadra dello Yacht Club Sanremo si è presentata all’appuntamento con tre

equipaggi che sono attualmente annoverati fra i più forti al mondo e tutti nella squadra

nazionale Italiana.

La squadra era composta da Edoardo Ferraro / Francesco Orlando (Campioni del Mondo

U17 2015), Tommaso Cilli / Bruno Mantero (Campioni Europei U17 2016), e Andrea

Abruzzese / Fabio Boldrini (Campioni Eurosaf 2016).

Con il grande supporto dello Yacht Club Sanremo e dell’allenatrice Fernanda Sesto, tutta

la squadra si è trasferita ad Atene circa due settimane fa per preparare l’importante

evento.

Appena giunti ad Atene i ragazzi hanno dovuto acclimatarsi per iniziare ad allenarsi con

temperature che oscillavano attorno ai 40°.

Il primo giorno di regata parte un pò in sordina per gli equipaggi in categoria Open,

Ferraro/Orlando in 9° posizione e Abruzzese/Boldrini poco più indietro. Mentre il giovane

equipaggio Cilli/Mantero che corre nella categoria U17 esce dall’acqua con un’ottima

seconda posizione in classifica ad un solo punto dal primo. Purtroppo però in serata i

giudici comminano una squalifica all’equipaggio Cilli/Mantero che precipita in classifica ed

inizia un campionato europeo tutto in salita. I giorni seguenti sono quindi “infuocati” per

tutta la squadra sotto tutti i punti di vista (le temperature si mantengono fra 35 e 40°)

Ferraro / Orlando iniziano una grande rimonta che li porta al penultimo giorno di regata in

testa alla classifica con un leggero margine sull’equipaggio greco (Campione del Mondo

U17 2016). L’ultimo giorno la lotta è serratissima ma per un salto di vento all’ultima prova

Ferraro / Orlando chiudono in seconda posizione il campionato ed è comunque Argento!

Un argento che vale oro alla luce del livello degli equipaggi in lizza. Abruzzese / Boldrini

chiudono in 19° posizione a causa di una squalifica per partenza anticipata (UFD)

nell’ultima giornata. Il loro valore è indiscusso e saranno pronti a rifarsi fra due settimane

al campionato Europeo Juniores (U19) a Riva del Garda. Nella regata degli U17

l’equipaggio Cilli / Mantero favorito alla vigilia per la conquista del “secondo” titolo

continentale consecutivo paga la squalifica del primo giorno e nel tentativo di rimonta nei

giorni successivi commette alcuni piccoli errori che però, la Dea Atena che li guarda dal

Partenone, gli fa pagare molto caro (anche troppo). Lottano a denti stretti e il secondo

giorno vincono la prima prova, ma nella seconda una penalità (forse data con troppa

leggerezza) compromette la classifica. Nei giorni successivi l’equipaggio cerca di non

perdere la testa e l’ultimo giorno Cilli / Mantero ritrovano il loro equilibrio da campioni ed

inanellano un primo ed un terzo, cha vale come un primo per aver dominato tutta la regata

ed essere stati beffati sull’arrivo da una concorrente tedesca che con un manovra

scorretta li pone in terza posizione. Nella concentrazione della regata e le fasi concitate

dei duelli testa a testa con gli altri equipaggi, Cilli/Mantero non si accorgono di avere fatto

un miracolo. Chiudono il loro campionato Europeo in 4° posizione maschile ai piedi del

podio. Un po di rammarico per quelle medaglie sfuggite per piccoli errori. Anche per loro

l’appuntamento è l’8 agosto a Riva del Garda con il Campionato Europeo Juniores U19 in

cui i valori in campo saranno saranno i medesimi di quelli di Atene.

Un immenso grazie ai nostri Campioni che portano i colori dello Yacht Club Sanremo ai

massimi livelli della vela mondiale. Un sentito ringraziamento allo Yacht Club Sanremo, al

suo Presidente Beppe Zaoli e tutti coloro che collaborano ed hanno collaborato alla

formazione di generazioni di velisti di altissimo livello. Una scuola di vita, che elargisce

grandi emozioni alcune dolci ed altre amare, ma che tutte contribuiscono alla crescita di

un’atleta e di un essere umano.